24 Luglio 2019
news
percorso: Home > news > TOP NEWS

LA SCOMMESSA DEI SABBADIN, PADRE E FIGLIO ALLENATORI

23-03-2011 11:26 - TOP NEWS
Tre vittorie consecutive per papà Enzo, altrettante per il figlio Massimiliano. E´ un momento magico per la famiglia Sabbadin. Entrambi allenatori, caso forse unico, entrambi vicini all´obiettivo salvezza in Eccellenza. Enzo sta trascinando fuori dal tunnel il Campodarsego, Max sta stupendo tutti con la sua Piovese. "E´ una grandissima soddisfazione-commenta Enzo.-Sono orgoglioso di quello che sto facendo io, ma soprattutto di quello che sta compiendo mio figlio. Adesso chi perderà per primo pagherà una cena. Tutti parlano bene di Massi e questo mi riempie il cuore di gioia". Max, invece, sottolinea come la lettura dei risultati sia la cosa più attesa nel postpartita: "Alla fine di ogni gara chiedo alla mia segreteria i risultati del girone A dove è inserita la sua squadra-racconta.-Alla domenica sera è usuale farci una telefonatina, mentre al lunedì mattina ne parliamo andando a lavorare". I Sabbadin sono infatti venditori ambulanti di tessuti e tra un affare e l´altro è il calcio a farne da padrone: "Mettiamo i soldi nella tovaglia e proviamo a confrontaci tatticamente-svela Enzo.-Max cerca di convincermi che la sua tattica è la migliore". "Siamo diversi-conferma Massimiliano.-Io gioco il 4-3-3 o il 4-3-1-2, mentre lui attua il 4-4-2. Ci assomigliamo invece nel grande amore per questo sport che viviamo intensamente 24 ore su 24". Il sogno di papà Enzo è sempre stato quello di sfidare il figlio in una partita di campionato. I gironi distinti stanno ostacolando il grande evento. Ecco allora l´idea di rimediare: "Durante il periodo pasquale, il 14 aprile alle 19.30 a Reschigliano, faremo un´amichevole tra le nostre due squadre-svela Sabbadin Junior, 43 anni.-Si sfideranno due scuole calcistiche". "In attesa che il mio sogno di avveri mi accontento di un´amichevole-sottolinea il padre.-Mi toccherà a questo punto continuare ad allenare nonostante i 64 anni sul groppone. Non mollo". Così Max sulla sua Piovese: "Ci manca la matematica, ma la salvezza è acquisita. Sono contento per i ragazzi e per il presidente Dalla Pria, che ha accarezzato il sogno della Coppa Italia". Enzo parla invece del Campodarsego: "Siamo sulla strada buona. Non pensavo di riuscire a salvare la squadra in questo modo. Ho confermato che il carisma è importante in un gruppo. Sono felice per il presidente Pagin, che ha sofferto tanto quest´anno".

Fonte: Il mattino di Padova

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio