21 Luglio 2019
news
percorso: Home > news > TOP NEWS

LA POSIZIONE DELLA PIOVESE SUL CASO JUNIORES ELITE

09-01-2013 14:01 - TOP NEWS
11/12/2012 era in programma il recupero della gara PIOVESE-FAVAROMARCON valida per il Campionato Regionale Veneto JUNIORES ELITE GIRONE B (gara che fu sospesa il 24/11/2012 per nebbia), l´arbitro verificava che a causa ghiaccio e neve non si poteva iniziare la partita e perciò ne decretava il rinvio; specifico che a causa delle neve caduta il 7 e 8 dicembre il Comitato Regionale Veneto aveva deciso di sospendere tutti i campionati dilettantistici previsti per Sabato 8 e Domenica 9 Dicembre ed inoltre il 10/12/2012 abbiamo telefonato in F.I.G.C facendo presente che vi era ancora neve sul campo, ma ci è stato risposto che i recuperi erano confermati e che avrebbe poi deciso l´arbitro di caso in caso.

- 12/12/2012 la Società FAVAROMARCON presentava reclamo al Giudice Sportivo di Primo Grado

- 14/12/2012 abbiamo risposto a tale ricorso scrivendo, tra le altre cose, quanto segue: " Considerato che il COMUNICATO UFFICIALE nr. 1 del 01/07/2012 pubblicato della FI.G.C. LND COMITATO REGIONALE VENETO, pubblicato in Marghera - Venezia ed affisso all´albo del C.R. Veneto il 5 Luglio 2012, cita testualmente a pag. 36, punto 4.9: Sgombero della neve "Le Società della L.N.D. non sono tenute, di norma, allo sgombero della neve dai terreni di gioco. Peraltro, laddove particolari esigenze lo imponessero, il Comitato Regionale Veneto può disporre lo sgombero della neve, con l´avvertenza che tale sgombero non può essere imposto se la neve è caduta nelle 72 ore precedenti l´inizio della gara." . A tale riguardo specifico che non ci è pervenuta nessuna comunicazione in tal senso.

- 14/12/2012 la Società FAVAROMARCON replicava alle nostre deduzioni ribadendo che eravamo tenuti allo sgombero della neve

- 3/01/2013, tramite il Comunicato ufficiale n. 55 del 3/01/2013, il Giudice Sportivo di Primo Grado ha emesso la seguente delibera: Sciogliendo la riserva di cui al C.U. n. 52 del 19.12.2012, la soc. Favaromarcon ha regolarmente formalizzato il preannunciato reclamo, lamentando la mancata disputa della gara a causa dell´impraticabilità di gioco del terreno dichiarata dall´Arbitro, per presenza di neve e ghiaccio. La reclamante lamenta la responsabilità della soc. Ospitante in quanto erano intercorse oltre 72 ore dagli eventi atmosferici e la stessa non si era attivata per rendere disponibile il terreno di gioco, come era avvenuto sugli altri campi in cui si giocava in contemporanea. La Soc. Piovese ha fatto pervenire proprie giustificazioni, ritenendo che non fosse suo obbligo provvedere allo sgombero della neve non essendo pervenuta alcuna comunicazione in tal senso da parte del Comitato Regionale Veneto come previsto dal C.U. n. 1 del 01.07.2012 pag. 36 punto 4.9;la stessa inoltre dichiara di aver provveduto unicamente alla rimozione della neve solo nei tratti necessari per la segnatura del terreno di gioco.

Premesso che è obbligo della soc. Ospitante mettere a disposizione il terreno di gioco praticabile e che la stessa non si è adoperata in tal senso nonostante fosse a conoscenza dell´impraticabilità; tanto più che la stessa ha dichiarato di aver provveduto a liberare solo le zone di segnatura delle linee, lasciando invece impraticabile il resto;

PQM il G.S. delibera di accogliere il reclamo inoltrato dalla soc. Favaromarcon. Sanzionare la soc. Piovese con la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato PIOVESE - FAVAROMARCON 0 - 3.

- 04/01/2013 abbiamo preannunciato reclamo avverso tale decisione alla Commissione Disciplinare Territoriale (Giudice di Secondo Grado)

A mio modesto avviso, si tratta di una sentenza assurda che non si fonda su nessun presupposto regolamentare , anzi va esattamente contro quanto previsto dal regolamento, tanto più che sul campo oltre alla neve, come dichiarato dall´arbitro nel proprio referto di gara (abbiamo già richiesto una copia e siamo in attesa di riceverla), era presente anche del ghiaccio; inoltre ho notato che la sentenza non fa alcun riferimento ad articoli del NOIF o del Regolamento del Giuoco del Calcio.

A mio modesto parere, ritengo che questa sentenza, se verrà confermata, farà giurisprudenza e scatenerà una serie infinita di ricorsi; infatti secondo il G.S. è obbligo della Società mettere a disposizione il terreno di gioco praticabile e nel caso in questione non ci siamo adoperati in tal senso nonostante fossimo a conoscenza dell´impraticabilità, ma questo significa che allora ogni qual volta venga rinviata una gara per impraticabilità del terreno (fango, acqua, ghiaccio,neve, ecc.) sarà sanzionata la Società ospitante perché non lo ha reso praticabile.

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio